Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati soltanto cookie di servizio e analisi che non raccolgono vostre informazioni personali. Vi invitiamo ad accettarli.

Pellegrinaggio al Santuario Madonna della Corona - Sabato 12 Settembre 2015

Come ogni anno, per condividere una giornata di amicizia, di preghiera e di intenzioni particolari a Maria, nostra Madre celeste, un folto gruppo di ex allievi, allargato a familiari ed amici dell’Opera, si sono dati appuntamento al Santuario, uniti nel desiderio di onorare Maria Santissima la nostra Madre.

Oltre 100 partecipanti partiti a piedi da Spiazzi per la discesa al Santuario, con la recita del Santo Rosario ed una speciale meditazione guidata da fr. Agostino sui “Misteri della gioia per la famiglia”, si sono riuniti con il gruppo di 37 pellegrini, i più coraggiosi, partiti il venerdì a piedi da San Zeno in Monte, guidati da don Ivo peregrinando con meditazioni e preghiere a “Maria Annuncio di Misericordia”.

All’inizio della celebrazione eucaristica, presieduta da don Ivo e animata dalle sorelle Povere Serve, il celebrante dopo un breve saluto ai presenti, ci ricorda come oggi ricorra la particolare festa della madonna “il Santissimo nome di Maria”, questo il nome di colei che è stata prescelta per essere madre del Salvatore e madre nostra e voluta da don Calabria madre dell’Opera”.

Ora i nostri pensieri sono  rivolti alla nostra Madre celeste, Figlia prediletta del Padre, la piena di grazie, l’umile serva del Signore, per chiedere umilmente il suo aiuto e misericordia per ogni famiglia.

All’omelia, don Ivo, ha ricordato come don Calabria abbinasse sempre alla parola fede la parola pratica, perché non ci può esserci fede se non la si applica. Per predisporci bene al Giubileo della Misericordia, straordinaria occasione, ha ricordato e illustrato i tre termini qualificanti di riferimento per ogni credente: “amore. gratuità e perdono”.

Al termine della celebrazione, don Ivo ha ricordato: come il casante Padre Miguel partecipi sempre volentieri a questo pellegrinaggio e, oggi non è presente perché si trova in Angola, ma sicuramente presente spiritualmente e  noi  lo accompagniamo con la preghiera.

A seguire, invitata da don Ivo, la neo eletta Madre generale delle sorelle Povere Serve, Madre Lucia Bressan, ha indirizzato a tutti i presenti un messaggio di saluto…

Significativa è stata, anche quest’anno,  la partecipazione di un gruppo di ex allievi di Milano, orgogliosi di aver portato all’appuntamento una nutrita componente di ex allievi giovani che si dimostra ogni anno più felice e integrata.

L’incontro si è concluso in festosa allegria con il pranzo presso la Colonia Santa Toscana a Spiazzi.

Una ricorrenza che diventa ogni volta preziosa e sempre nuova, per l’intensità ed il clima festoso che rinasce tra persone che traggono beneficio nel trovare nuove amicizie e rivedere le vecchie.

Gli ex-allievi ringraziano il Delegato don Ivo per le belle parole avute nei confronti dei diversi gruppi, la neo-Madre Generale Lucia Bressan per i sentimenti di “famiglia” che ha saputo suscitare in tutti noi.

Un ringraziamento al rettore del Santuario, mons. Pietro Maroldi,  per l’accoglienza e la disponibilità del Santuario.     

Un grazie a tutti i pellegrini partecipanti e arrivederci a sabato 10 settembre 2016.

Giancarlo Miglioranzi

 

                                                          
Il saluto della Madre

Ho volentieri accettato questo invito non solo per accompagnare i pellegrini convenuti a questo Santuario, ma venire qui umilmente ai piedi di Maria per chiedere per me e per la Congregazione tutte quelle grazie spirituali che oggi il cammino del dopo Capitolo ha bisogno di ricevere da Lei e dal Signore e, chiedo anche a voi di unire le vostre preghiere alle nostre perché il Signore ci conceda di vivere secondo la nostra chiamata, che è quella di appartenere a un’Opera don Calabria che deve manifestare al mondo la fede che Dio è Padre, quindi una missione importante da svolgere nel mondo, ma soprattutto di chiedere per noi la testimonianza di una vita che testimoni veramente che Dio è Padre e che siamo fratelli e dobbiamo accoglierci nel nome del Signore. Chiediamo questa grazia a Maria come uniamo tutte le vostre intenzioni, abbiamo chiesto il dono della misericordia ma anche abbiamo chiesto per tante famiglie in difficoltà il dono dell’amore, il dono del perdono, il dono della gratuità.  

Madre Lucia Bressan

 

Informazioni aggiuntive