Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati soltanto cookie di servizio e analisi che non raccolgono vostre informazioni personali. Vi invitiamo ad accettarli.

Cenni storici sulle origini dell'Associazione Ex Allievi

Tutto cominciò nel 1930…

Don Calabria ha sempre avuto un’attenzione particolare per i suoi Ex allievi. Il padre ci teneva moltissimo a seguire i ragazzi anche dopo che erano usciti dalle sue Case e chiedeva loro di restare uniti all’Opera e di comportarsi nella vita secondo i valori cristiani che erano stati loro insegnati.

Gli Ex allievi si incontravano abitualmente a San Zeno in Monte fin dagli inizi dell’Opera. Ma al tempo non c’era una vera e propria organizzazione che li teneva uniti. Fu solo a partire dal 1930, in particolare con la creazione del nostro giornale «L’Amico», che si cominciò a lavorare per creare una vera e propria associazione degli Ex allievi. Ecco cosa scriveva don Calabria sul primo numero de «L’Amico», nel giugno 1930: “… È proprio per mantenervi sempre più uniti a questa Casa, che vi presento con cuore di padre questo Bollettino; ho pensato lungo tempo prima di decidermi, ed ora mi sembra nel Signore che sia giunto il momento d’iniziare l’uso di questo nuovo mezzo potente che è la stampa, per dire spesso a voi, ogni mese, una buona parola che valga a cementare sempre più e sempre meglio il vostra unione d’affetti alla Casa…”.

Sempre nel 1930, tra luglio e settembre, leggiamo su «L’Amico» che gli Ex allievi si incontrarono a San Zeno in Monte per decidere come dare avvio a una vera e propria associazione. Vennero fatti diversi incontri, con la supervisione di don Bonometti e don Adami. Alla fine si prese la decisione di fondare l’associazione Ex allievi, inquadrandola come un circolo dell’Azione Cattolica. Sempre nel 1930 venne stabilito un regolamento che gli Ex allievi avrebbero dovuto seguire per far parte dell’associazione. Ecco il primo statuto “ Regolamento del Circolo di Azione Cattolica Ex Allievi pubblicato sull’Amico n°1 del gennaio 1931 (Vedi file allegato in fondo alla pagina).

Nei primi mesi del 1931 vennero fatte le elezioni per eleggere la prima presidenza, che risultava così composta: Prof. Luigi Squassabia (presidente), Ottavio Milani (vice), Attilio Micheletti (cassiere), Pietro Piantavigna (segretario), Remo Nale e Luigi Massocco (consiglieri). Il circolo fu inaugurato ufficialmente a San Zeno in Monte domenica 26 luglio 1931, in occasione della festa di San Girolamo Emiliani. In seguito le riunioni erano fissate per la terza domenica di ogni mese, alle ore 10.30, e si tenevano nella canonica di San Giovanni in Valle (alla base del colle di San Zeno in Monte). Chi non partecipava era tenuto ad avvisare e mandare una giustificazione alla Presidenza. A quei primi iscritti dell’associazione era richiesto con forza di rintracciare altri Ex allievi per avvicinarli alla Casa, permettendo di mandar loro «L’Amico». (Da l’Amico n°5,  maggio 1931)

Allegati:
Scarica questo file (Regolamento.pdf)Regolamento.pdf[ ]215 kB

Informazioni aggiuntive